Mal di schiena

Soffri di mal di schiena?  Fai fatica a camminare o ad alzarti? Hai provato ad assumere medicinali e non hanno funzionato?

In molti casi le lombalgie sono dovute a posture o movimenti scorretti ripetuti nel tempo, o ad eventi traumatici che provocano sofferenza e ci limitano della normale vita quotidiana.

Spesso chi soffre di dolori muscolo scheletrici tende a sottovalutarli e a nasconderli a se stesso, ricorrendo a farmaci antidolorifici per ottenere un sollievo temporaneo, rimandando una diagnosi che potrebbe rivelare la necessità di un intervento chirurgico.

Sfortunatamente gli antinfiammatori curano solo il sintomo. Una volta svanito l’effetto, il dolore si ripresenta puntualmente perché i farmaci non sono in grado di agire sulla causa del dolore muscoloscheletrico. 

Cerchiamo di capire di più su lombalgie acute e croniche.

Lombalgia acuta

Il mal di schiena, scientificamente lombalgia, è un dolore che colpisce la fascia lombare della schiena.

E’ un problema di primaria importanza a livello mondiale e costituisce la prima causa di assenza dal lavoro per malattia nel mondo occidentale. Ne soffre un italiano su tre e si distingue in acuta e cronica

La lombalgia acuta è il risultato di una lesione ai tessuti molli: legamenti, faccette articolari, dischi o muscoli (es. colpo della strega). 

I sintomi possono variare da un dolore lieve e tollerabile a condizione debilitanti che compromettono gravemente la capacità di svolgere anche i compiti più elementari. 

A seconda della causa si possono manifestare questi sintomi:

  • forte dolore simile ad un bruciore che si irradia ai glutei;
  • rigidità muscolare e spasmo;
  • difficoltà nello stare seduti e/o in piedi, o nel camminare.

La lombalgia acuta affligge uomini e donne in ugual misura. La causa può essere un movimento brusco o uno sforzo fisico che causa una lesione ai tessuti lombari molli (dischi, muscolatura o articolazioni). Nel 95% dei casi la prognosi è favorevole, solo il 30% di questi presenta rischio di recidiva (lombalgia subacuta).

Gli esperti di Movertebra ti possono aiutare a inquadrare correttamente il tuo problema e quindi ridurre drasticamente il rischio di cronicizzazione.


Lombalgia cronica

La lombalgia cronica è un disturbo con manifestazioni fisiche, psicologiche e sociali causate dal prolungamento dei sintomi acuti per un periodo di tempo superiore a 6 mesi, conseguente ad una lombalgia subacuta.

La distinzione chiave non è la natura del dolore ma la sua persistenza con il coinvolgimento totale della persona.

Il mal di schiena tende a passare con il movimento, che deve quindi essere incentivato da parte del professionista della salute, come anche il mantenimento delle attività quotidiane abituali da parte del paziente. Movertebra offre gli strumenti per risolvere il disturbo e, successivamente, imparare a combatterlo in modo efficace, evitando che si trasformi in un nemico costante.