Movertebra


Movertebra è una proposta innovativa per la terapia del dolore, una soluzione che coinvolge attivamente il paziente in un ciclo di riabilitazione ortopedica funzionale, eliminando all’origine mal di schiena, dolori muscolo scheletrici e anche disturbi posturali.

Fondato sulle basi scientifiche della medicina accademica, Movertebra promuove una rinnovata attenzione alla relazione tra medico e paziente per individuare la sorgente del dolore e risolvere il problema alla radice.

Concepito sui principi della rieducazione funzionale, il programma consiste in un trattamento personalizzato del dolore muscolo scheletrico che combina tecniche manuali ed esercizi fisici mirati. Movertebra agisce direttamente sulle cause del dolore per eliminarlo all’origine, con benefici evidenti fin dalla prima sessione.

Il percorso Movertebra è adatto sia a persone di tutte le età affette da lesioni a carico dell’apparato muscolo scheletrico, siano algiche o posturali, che a persone che perseguono una vita più attiva e più sana.

Quali sono gli obiettivi di Movertebra?

I percorsi Movertebra puntano a:

  • eliminare o ridurre sensibilmente il dolore senza ricorrere a farmaci;
  • recuperare la funzionalità articolare e muscolare;
  • riprendere attività quotidiane rese difficili o impossibili dal dolore;
  • insegnare al paziente a gestire il proprio corpo secondo principi ergonomici;
  • trasformare quindi la persona in gestore consapevole del proprio benessere, per ottimizzare la qualità di vita.

Oltre i limiti del rapporto medico-paziente: la persona al centro

Il tradizionale rapporto medico-paziente confina chi soffre di mal di schiena o di altri dolori muscolo-scheletrici a mantenere un ruolo passivo. Il paziente viene visto come l’oggetto delle cure del medico, invece di essere parte attiva del percorso di guarigione.

Il Metodo Movertebra è incentrato sull’individuo, visto non come paziente, ma come persona sofferente da coinvolgere attivamente nell’intero processo curativo, dalla fase diagnostica attraverso la medicina narrativa fino agli esercizi propriocettivi (mirati all’equilibrio globale).

Un approccio olistico

Il maggior limite dell’approccio medico odierno è la frammentazione della persona: il corpo e la psiche sono viste come entità separate, a loro volta divise in categorie isolate. Il paziente si rivolge a specialisti dei vari sistemi (ossa, polmoni, cuore, e così via), ricevendo diagnosi limitate ad una specifica area e soluzioni parziali. La maggior parte dei dolori muscolo scheletrici deriva da una combinazione di cause che coinvolgono l’intero organismo, incluso l’aspetto psicologico, sociale, nonché ambientale.

Una terapia efficace deve quindi considerare la persona nella sua totalità.

Medico e fisioterapista riuniti in un’unica figura

Nella medicina convenzionale il medico non interviene direttamente sul corpo del paziente. Il trattamento fisico è affidato al fisioterapista, un professionista che, malgrado la sua indiscutibile preparazione professionale, non è qualificato per eseguire diagnosi o sostituirsi al medico. 

Nell'approccio Movertebra, il medico agisce direttamente sul corpo del paziente, adottando anche il ruolo di fisioterapista, avendo così l’opportunità di seguire i progressi della terapia passo dopo passo, e di modificare il percorso terapeutico con opportuni esercizi di rieducazione motoria.

Un nuovo stile di vita

Nel modello Movertebra il dolore non viene visto come un nemico da sconfiggere, ma come un prezioso segnale d’allarme che il nostro corpo usa per segnalarci un problema. 

Spetta a noi comprendere il messaggio e risolvere il disturbo attraverso un percorso terapeutico che è anche un modo di percepire se stessi (propriocettività).